ROMAGNA AUTONOMA

English Deutsch Français español русский chinese český
banner
Facebook Fan Page Twitter
ROMAGNA AUTONOMA

Voti

ricevuti
3590

Vota il tuo mito!

ROMAGNA AUTONOMA

Autonomia della Romagna

Che la Romagna si senta storicamente diversa dall’Emila è un dato di fatto. Già i detti in dialetto dei nostri nonni si riferivano alla romagna come una terra con una propria identità ben definita. Mi piace citarne sempre uno che ha a che fare con il nostro carattere e i nostri prodotti tipici: “se percorrendo la via emila ti fermi a chiedere da bere in una casa e ti danno dell’acqua allora sei ancora in Emilia, se ti danno del sangiovese allora sei entrato in Romagna” (perdonate la semplificazione del detto).

A parte questo dato folcloristico e senza rifarci alle radici storiche ch differenziano, a detta di molti, il nostro territorio da tutti gli altri, ricordiamo che dal 1990 sono nati diversi movimenti politici che sostengono l’autonomia della Romagna. Tra i principali il Mar (movimento per l’Autonomia della Romagna) che ha creato anche una bandiera per questo territorio. Da diversi anni, anche a livello nazionale i partiti di centro-destra e, soprattutto la Lega Nord, hanno appoggiato questa volontà di distinguersi. Tra le principali motivazioni addotte una diversità troppo marcata tra i due territori che avrebbero esigenze del tutto diverse (la romagna è soprattutto Mare, l’Emilia soprattutto distretti industriali) e la disparità nella redistribuzione dei fondi regionali che premierebbe soprattutto le province Emiliane.

Sull’altro fronte (politicamente tutti i partiti del centro sinistra) si afferma che frazionare la Regione vorrebbe dire avere una massa critica molto minore e quindi contare molto meno sia in Italia che in Europa.
Ovviamente questa è una sintesi estrema per un argomento che andrebbe molto più approfondito ma che noi preferiamo lasciare a voi che attraverso l’inserimento di vostri commenti ci farete capire che cosa è secondo voi la Romagna e perché vi sentite (o meno Romagnoli).
I voti espressi su questo tema saranno considerati a favore dell’autonomia della romagna, quindi se siete favorevoli date un voto alto, se contrari un voto basso.
Eventuali commenti offensivi o volgari saranno censurati dalla nostra redazione.

Inserisci Commento

e-mail

Nome

Commento
captcha
Ricarica l'immagine
Dichiaro di accettare le informazioni sulla privacy
Data: 16/06/2007

ROMAGNA REGIONE!Basta guardare una semplice cartina per vedere le enormi disparità che esistono tra il territorio emiliano e quello romagnolo.Ho 28anni e sono stanco di vedere e subire tutte le ingiustizie che quotidianamente ci vengono imposte.Come dice il proverbio, Meglio soli che male accompagnati: ebbene, è meglio staccarsi dall'Emilia piuttosto che far parte di una regione in cui contiamo pressocchè nulla. SI' AL REFERENDUM, SI' ALLA ROMAGNA REGIONE!!!

Data: 03/06/2007

ROMAGNA LIBERA DAL GIOGO EMILIANO

Data: 22/04/2007

Nel decimo anniversario della provincia di Rimini, il consiglio provinciale e il suo presidente hanno inviato a tutti i cittadini un libretto in cui si elogiavano i grandi e innumerevoli vantaggi che aveva ottenuto la nuova provincia dopo che si era staccata da Forlì, e denunciava quanto in precedenza Forlì stessa aveva ostacolato i suddetti vantaggi. Ora, se quanto asserito dalla provincia di Rimini è vero, in proporzione e a maggior ragione sarà vero che alla sola REGIONE ROMAGNA ne deriverebbero immani, giganteschi benefici. Perchè, sia da parte dello Stato Italiano, sia da parte dell'Unione Europea, è ovvio che ALLA REGIONE E NON ALLA PROVINCIA vengono assegnati compiti sempre più ardui, è ovvio che ALLA REGIONE E NON ALLA PROVINCIA arrivano capitali ingenti da gestire e da investire. Rispetto a questi capitali ingenti, le spese delle nuove poltrone risultano irrisorie, anche perchè non si tratta di "nuove" poltrone: si tratta semplicemente di SPOSTARE quelle poltrone romagnole da Bologna e di INSERIRLE in Romagna: le poltrone, cioè, sarebbero sempre le stesse, solo che in Romagna non rappresenterebbero più un gruppo di poltrone in minoranza soggette alla maggioranza delle poltrone emiliane, le quali emiliane,ovviamente, in Emilia-Romagna fanno sempre la parte del leone.

Data: 22/04/2007

Sono pienamente d'accordo con chi ha scritto il commento del 22.12.06, che mi piace riproporre perchè sempre valido e attuale. In un paese progredito civilmente la Romagna sarebbe regione già da un pezzo, ma siamo in Italia, e purtroppo alcuni politicanti romagnoli venduti a Bologna, oltre a essere contrario alla REGIONE ROMAGNA per propri interessi, negano anche a tutti i cittadini l’esercizio di un diritto democratico quale il referendum. E questo perché sanno benissimo che la stragrande maggioranza dei romagnoli voterebbe a favore. In Italia aumentano a dismisura enti pubblici talvolta molto discutibili, e si vorrebbe impedire alla Romagna (regione di fatto già a parte) di essere regione amministrativa al pari delle altre, nulla di più. E quel che è peggio è che se ne è fatta una schifosa questione politica, di una parte contro l’altra,quando questa battaglia è trasversale agli schieramenti politici. Nonostante la censura e le continue menzogne che si dicono contro la Romagna non demordo, è stando da parte della ragione che si fa la storia. E inoltre io penso con la mia testa, non con quella dei dirigenti di partito. M.M. elettore di sinistra

Data: 17/04/2007

io sono siciliano ma vivo a rimini da quando sono nato. e non sono d'accordo sull'autonomia della romagna..senza i soldi che ci arrivano dall'emilia (pochi, ma arrivano) ci ritroveremmo col culo per terra nel giro di qualche anno.. non e' cosa.. godiamoci il fatto di esserci annessi l'alta valmarecchia tramite referendum, che gia' portera' un po' di soldini in piu' (togliendoli alle marche, soprattutto) e vediamo che succede..

Data: 16/04/2007

se ci fosse stato come voto 11 l'avrei votato di sicuro...la romagna deve essere autonoma...

Data: 09/03/2007

io scrivo dalla città dei matti (imola x chi non avesse capito) e sono stato concepito, gestato e cresciuto x tutta la mia vita qui. Ma sono nato a Castel San Pietro e non sapete quanto mi urti vederlo scritto nelle carta di identità. Imola se vogliamo è l'ultima città romagnola verso ovest, perchè saremo sotto la provincia di bologna, ma vi posso garantire che la città in cui vivo è tutto fuorchè emiliana. Perchè tra imola e castello ci son 15 km ma la mentalità cambia di parecchio. Sono si sinistra, come la maggior parte degli abitanti della Romagna, pero a un eventuale referendum voterei si, il fatto è che bologna come capoluogo ha parecchi introiti grazie ai romagnoli. Mattia. Imola. Romagnolo fino al midollo.

Data: 08/03/2007

Io sono favorevolissimo alla regione Romagna, per infrastrutture sanità turismo...e penso che sia la sinistra locale governata da Bologna a non volere una regione più che legittima in tutti i sensi. L'unico problema è il capoluogo che per importanza dovrebbe essere Rimini per geografia Cesena e per industrie Ravenna o Forli

Data: 22/02/2007

Tutte le regioni italiane sono state riconosciute, tranne la ROMAGNA. I Romagnoli sono stati puniti dai governi della Destra e dai signori Savoia perchè ritenuti REPUBBLICANI, e quindi, per quei tempi, rivoluzionari! Per cui la loro Regione fu fatta amministrare dalle regioni limitrofe (Emilia, Toscana, Marche), allora molto più docili, molto più monarchiche, molto più fedeli ai Savoia. La stessa famosa e incontestabile ENCICLOPEDIA ITALIANA TRECCANI, specificando i confini della Romagna, asserisce che la Romagna è amministrata per i 7/10 dall'Emilia, per i 2/10 dalle Marche e per 1/10 dalla Toscana. Oggi, nell'ambito dell'Emilia-Romagna (regione inventata e creata a tavolino), le province romagnole occupano gli ultimi posti , circa i servizi erogati da Bologna, che notoriamente privilegia le province emiliane. In considerazione poi del fatto che oggi le regioni d'Italia hanno sempre più poteri, rispetto al potere centrale, e hanno somme di denaro sempre più ingenti da amministrare (i soldi provengono non solo dalle tasse dei cittadini, ma anche dallo Stato Italiano e dall'Unione Europea) se la REGIONE ROMAGNA potesse amministrare da sola i suoi soldi (non accontentandosi più delle briciole elargite da Bologna) sarebbe di gran lunga la Regione più ricca d'Italia, la più efficiente e con i servizi più eccellenti! Tutti gli Italiani sono orgogliosi di appartenere alla propria Regione, perchè i Romagnoli di oggi NO? Perchè desiderano confondersi con gli Emiliani? Perchè accettare supinamente il dominio di Bologna?

Data: 07/02/2007

IN ROMAGNA SOLO CON IL PASSAPORTO!!! ROMAGNA AUTONOMA ED INDIPPENDENTE!!! MARCO

Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13
I miti più amati
A Cesena