ROMAGNA AUTONOMA

English Deutsch Français español русский chinese český
banner
Facebook Fan Page Twitter
ROMAGNA AUTONOMA

Voti

ricevuti
3590

Vota il tuo mito!

ROMAGNA AUTONOMA

Autonomia della Romagna

Che la Romagna si senta storicamente diversa dall’Emila è un dato di fatto. Già i detti in dialetto dei nostri nonni si riferivano alla romagna come una terra con una propria identità ben definita. Mi piace citarne sempre uno che ha a che fare con il nostro carattere e i nostri prodotti tipici: “se percorrendo la via emila ti fermi a chiedere da bere in una casa e ti danno dell’acqua allora sei ancora in Emilia, se ti danno del sangiovese allora sei entrato in Romagna” (perdonate la semplificazione del detto).

A parte questo dato folcloristico e senza rifarci alle radici storiche ch differenziano, a detta di molti, il nostro territorio da tutti gli altri, ricordiamo che dal 1990 sono nati diversi movimenti politici che sostengono l’autonomia della Romagna. Tra i principali il Mar (movimento per l’Autonomia della Romagna) che ha creato anche una bandiera per questo territorio. Da diversi anni, anche a livello nazionale i partiti di centro-destra e, soprattutto la Lega Nord, hanno appoggiato questa volontà di distinguersi. Tra le principali motivazioni addotte una diversità troppo marcata tra i due territori che avrebbero esigenze del tutto diverse (la romagna è soprattutto Mare, l’Emilia soprattutto distretti industriali) e la disparità nella redistribuzione dei fondi regionali che premierebbe soprattutto le province Emiliane.

Sull’altro fronte (politicamente tutti i partiti del centro sinistra) si afferma che frazionare la Regione vorrebbe dire avere una massa critica molto minore e quindi contare molto meno sia in Italia che in Europa.
Ovviamente questa è una sintesi estrema per un argomento che andrebbe molto più approfondito ma che noi preferiamo lasciare a voi che attraverso l’inserimento di vostri commenti ci farete capire che cosa è secondo voi la Romagna e perché vi sentite (o meno Romagnoli).
I voti espressi su questo tema saranno considerati a favore dell’autonomia della romagna, quindi se siete favorevoli date un voto alto, se contrari un voto basso.
Eventuali commenti offensivi o volgari saranno censurati dalla nostra redazione.

Inserisci Commento

e-mail

Nome

Commento
captcha
Ricarica l'immagine
Dichiaro di accettare le informazioni sulla privacy
Data: 25/12/2009

Liberi di scegliere il nostro futuro,non vincolati a Bologna!(Caplaz)

Data: 13/12/2009

cmq in antichità ic onfini della romagna erano tra modena e bologna , poi se la romagna si separa , l'emilia-romagna si dividerà in 10000 regioni diverse , i bolognesi non si sentono legati ai modenesi e i modenesi considerano bolognesi e ferraresi "romagnoli" a parma vogliono la regione lunezia a piacenza si sentono lombardi.... , il punto e che i confini della romagna non sono molto chiari e l'emilia non esiste

Data: 07/11/2009

sarà che sono bolognese e immagino essere tra coloro che depauperano la ricca romagna.. ma titolo informativo come la romagna, tutte le provincie dell'emilia si lamentano di finanziamenti che la regione si suppone dirotti su bologna. Ma dove??? Quali soldi mai danno a bologna? Secondo me, ed è un opinione banale, emilia e romagna stanno semplicemente cercando qualcuno a cui addossare la colpa quando a progetti non sostenibili vengono rifiutati i finanziamenti, che è sempre bologna la brutta e cattiva. Quali sono questi finanziamenti? quelli sottratti allo scalo di forlì? ma lamentatevi con i vosti amministratori che ripianano debiti un anno sull'altro, anche prima che bologna vi scippasse la ryanair era in perdita. chiudetelo e andate a prendere l'aereo a rimini se bologna vi fa schifo. Da quello che scrivete sembra abbiate l'opinione di una emilia assimilabile a roma ladrona per i leghisti, cos'è forse producete solo voi? altri invece parlano di una tradizione culturale, beh questo invece è una argomentazione molto più interessenta. nonchè vera. ritengo però che esista la possibilità di valorizzarla all'interno di un contesto economicamente più forte e più ampio, non credo che sarà certo bologna a fermarvi. l'emila romagna funziona in modo sinergico ed eccellente, coglietene le opportunità. alessandro

Data: 23/10/2009

sono anni che aspetto questa doverosa scissione.Perchè intanto non eleggere Ravenna quale capoluogo della ROMAGNA?????

Data: 20/09/2009

romagnoli, costituite in tutti i comuni liste civiche romagna autonoma, fate firmare una richiesta di referendum affinche i consigli comunali si pronunciano sulla volonta' dei cittadini che vivono in romagni affinchè si chieda al parlamento finalmento la regione autonoma 'Romagna', e pèrepararsi con impegno e volonta' di presentarsi alle prossime elezioni regionali e comunali afflnchè il sogno dei nostri nonni e di noi di distaccarsi dal dominio di bologna. Av salut Loris

Data: 30/08/2009

Un popolo libero si sciglie il proprio destino.Proprio ieri sera sono stato a Novafeltria, alla 1° festa della Val Marecchia unita in Emilia Romagna ed è stato una cosa meravigliosa. I cittadini di questi sette comuni, da sempre romagnoli, per non rinnegare la propria identità e il proprio senso di appartenenza, visto che erano stati inglobati in una regione che non era la Romagna, si sono organizzati in un comitato del "si" trasversale a tutti i partiti e hanno chiesto e ottenuto di poter indire un referendum, questo referendum l'hanno vinto con un'alta percentuale ( 84%) e adesso in questi giorni sta avvenendo il passaggio dalla Regione Marche alla Regione Emilia Romagna. Questi cittadini, da sempre cittadini romagnoli, dopo due secoli di attesa, hanno potuto realizzare il loro antico sogno. Di vivere per sempre, da romagnoli liberi, nella loro antica terra di Romagna. Questi romagnoli hanno dato una grande lezione di democrazia e di libertà a noi tutti, cittadini del resto della Romagma. Quello che han fatto loro, ci deve essere di sprone ad impegnarci. tutti noi romagoli, per una Regione Romagna libera e autonoma. Io faccio parte del M.A.R. (Movimento per l'Autonomia della Romagna) e se noi romagnoli vigliamo vivere in modo liberi e autonomi e gestire noi la nostra Regione Romagna, mentre per il momento lo fanno gli altri e poter comandare noi a casa nostra, forza, romagnolo che stai leggendo questo articolo, fai vedere un tuo gesto di fierezza e di orgoglio, mettiti in contatto col più vicino comitato del M.A.R. di casa tua e aderisci. Ricorda che la Romagna ha bisogno di e la Regione Romagna la vogliamo fare insieme a te. Col tuo impegno e passione, questa terra diventerà libera e autonoma. Grazie, feretrani che ci avete mostrato come si fa per vivere in modo libero, voi avete fatto una cosa meravigliosa, noi non dobbiamo fare altro che seguire il vostro insegnamento. Ora la Romagna è più grande e con l'impegno di tutti noi, tu diventerai più bella e libera. Romagna, sei la regione più bella del mondo.

Data: 24/08/2009

vi lasciamo con napoli e roma...se volete! volete la secessione??? io bolognese non vi voglio...

Data: 18/08/2009

Ma cosa stai scrivendo?La politica non c'entra, c'entra solo nella misura in cui la sinistra soprattutto locale si oppone in modo assurdo alle sacrosante ragioni dei romagnoli. E' solo per questo motivo che i romagnoli sono costretti a considerare coloro che consentono l'espressione della democrazia popolare, non certo il partito democratico che in questo senso non ha nulla di ..democratico

Data: 16/08/2009

Siete stati la patria del ducetto, se vi levate dai maroni ci fate un gran favore, viva la MIA EMILIA !

Data: 30/07/2009

....ok va bene...ci siamo.... fieramente romagnoli...giusto, ma cmq è l'unione che fa la forza......il caimano già stravince ovunque (....nazisti maledetti...)...vogliamo proprio farci del male??????Avanti uniti, ognuno con la propria identità ma cmq uniti!!!!!!! HASTA LA VICTORIA SIEMPRE FRONTE RIVOLUZIONARIO COMUNISTA

Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13
I miti più amati
A Cesena