ROMAGNA AUTONOMA

English Deutsch Français español русский chinese český
banner
Facebook Fan Page Twitter
ROMAGNA AUTONOMA

Voti

ricevuti
3590

Vota il tuo mito!

ROMAGNA AUTONOMA

Autonomia della Romagna

Che la Romagna si senta storicamente diversa dall’Emila è un dato di fatto. Già i detti in dialetto dei nostri nonni si riferivano alla romagna come una terra con una propria identità ben definita. Mi piace citarne sempre uno che ha a che fare con il nostro carattere e i nostri prodotti tipici: “se percorrendo la via emila ti fermi a chiedere da bere in una casa e ti danno dell’acqua allora sei ancora in Emilia, se ti danno del sangiovese allora sei entrato in Romagna” (perdonate la semplificazione del detto).

A parte questo dato folcloristico e senza rifarci alle radici storiche ch differenziano, a detta di molti, il nostro territorio da tutti gli altri, ricordiamo che dal 1990 sono nati diversi movimenti politici che sostengono l’autonomia della Romagna. Tra i principali il Mar (movimento per l’Autonomia della Romagna) che ha creato anche una bandiera per questo territorio. Da diversi anni, anche a livello nazionale i partiti di centro-destra e, soprattutto la Lega Nord, hanno appoggiato questa volontà di distinguersi. Tra le principali motivazioni addotte una diversità troppo marcata tra i due territori che avrebbero esigenze del tutto diverse (la romagna è soprattutto Mare, l’Emilia soprattutto distretti industriali) e la disparità nella redistribuzione dei fondi regionali che premierebbe soprattutto le province Emiliane.

Sull’altro fronte (politicamente tutti i partiti del centro sinistra) si afferma che frazionare la Regione vorrebbe dire avere una massa critica molto minore e quindi contare molto meno sia in Italia che in Europa.
Ovviamente questa è una sintesi estrema per un argomento che andrebbe molto più approfondito ma che noi preferiamo lasciare a voi che attraverso l’inserimento di vostri commenti ci farete capire che cosa è secondo voi la Romagna e perché vi sentite (o meno Romagnoli).
I voti espressi su questo tema saranno considerati a favore dell’autonomia della romagna, quindi se siete favorevoli date un voto alto, se contrari un voto basso.
Eventuali commenti offensivi o volgari saranno censurati dalla nostra redazione.

Inserisci Commento

e-mail

Nome

Commento
captcha
Ricarica l'immagine
Dichiaro di accettare le informazioni sulla privacy
Data: 05/04/2008

io sono di bologna (anke se nn ho origini bolognesi).... ok se parlate di questioni storico culturali posso anche essere favorevole alla romagna autonoma..ma basta dire che bologna e le altre citta emiliane sono piu belle,pulite,ricche ecc....hey romagnoli venite a bologna a vedere lo skifo ke c'è in giro in questa città!!!!

Data: 08/03/2008

I confini della Romagna, come descritti anche nell'Enciclopedia Italiana Treccani, sono i seguenti: a nord, il fiume Sillaro; a sud, il promontorio di Focara; a ovest, il crinale appenninico; a est, il mare Adriatico.

Data: 06/03/2008

ma quali sono i confini della romagna?

Data: 18/02/2008

Non capisco il ragionamento del leghista qui sotto. Per quale ragione la divisione dell' Emilia+Romagna significherebbe declassarla sotto tutti i punti di vista ? Quali dati confermano questa ipotesi? Oggi l'Emilia+Romagna si appresta ad annullare quel poco di policentrismo che rimaneva instaurando un illogico Piano Territoriale bolognacentrico. Mirano a fare di Bologna una metropoli e per questo hanno bisogno di un territorio da sfruttare e sfruttare come colonia. Come la Romagna anche la parte Ovest della regione (l'Emilia-Lunense) vuole anch'essa maggiore autonomia da Bologna a conferma che questa regione artificiale è il risultato di una scelta politica antistorica e di convenienza e che quindi, alla fine provoca più danni che benefici; Chi vuol far credere che senza questa unione arlecchina si arriverebbe ad un declassamente non fa altro che "terrorismo" psicologico per lasciare le cose come stanno. Non è certo grazie alla "lungimiranza dell'attuale sistema bolognese che queste terre sono sviluppate socialmente, ma è grazie al lavoro ed alla civiltà dei suoi cittadini.

Data: 13/02/2008

secondo me l'emilia-romagna deve rimanere unita perche' a livello economico e' piu' forte e in tante cose si assomigliano,fate un sito www.emiliaromagna.it ok .silver da pistoia toscana

Data: 07/02/2008

anche se sono un leghista convinto e da sempre condivido le ideologie di questo movimento , compresa l' autodeterminazione dei popoli ,non condivido il fatto di rendere autonoma la regione romagna, la regione emilia romagna come è costituita è una realtà molto importante del nord italia dividerla significherebbe declassarla sotto tutti i punti di vista . comunque l'importante è credere e sostenere la propia identità , viva la romagna e i romagnoli

Data: 07/02/2008

Per Walterino. Non si tratta di fare NESSUNA DIVISIONE: caso mai si tratta di RIUNIRE i Romagnoli. La regione Emilia-Romagna storicamente non è mai esistita: è stata creata a tavolino per punire i Romagnoli, in quanto ribelli perchè repubblicani e quindi pericolosi per l'Italia monarchica. Per questo motivo il territorio della Regione Romagna fu smembrato e assegnato alle regioni limitrofe (più docili e più ossequienti nei confronti della monarchia sabauda): una parte della Romagna fu quindi assegnata alle Marche, un'altra parte fu assegnata alla Toscana (fu poi il Duce a recuperare una parte di questo territorio romagnolo) e la parte rimanente fu assegnata all'Emilia, in modo tale che la Regione Romagna scomparisse dalla carta geografico-politica dell'Italia. I confini dell'ex Regione Romagna sono ben descritti anche nella Enciclopedia Treccani: non credo che si possano mettere in discussione gli argomenti inconfutabili degli esimi autori della più prestigiosa e illustre Enciclopedia Italiana. In quanto alla povertà (o ricchezza) di una regione, ti risulta che la Valle d'Aosta, il Trentino, l'Alto Adige abbiano dei servizi meno efficienti dell'Emilia-Romagna? La regione Emilia, da cui la Romagna dipende, in quanto a servizi è molto più ricca ed efficiente della Romagna. Se invece la Romagna non dipendesse da Bologna, cioè dall'Emilia, sarebbe molto più ricca delle più ricche regioni d'Italia, perchè oggi è proprio alle Regioni che si assegnano compiti sempre più ardui ed è quindi proprio alle Regioni che si indirizzano ingentissime somme di denaro, non solo da parte dello stato italiano ma anche dall'Unione Europea. Volendo risparmiare, si potrebbero eliminare le Province, ma non le Regioni. Nessuno,infatti, parla di eliminare nessuna Regione: perchè allora continuare ad eliminare soltanto la Romagna? Tutti gli Italiani sono orgogliosi della propria Regione: forse che i Romagnoli si sono imbastarditi? forse che vogliono premiare quei governi monarchici che hanno fatto scempio della loro terra e sacrificata la vita dei loro padri? La Regione Romagna, da sola, sarebbe molto più ricca delle più ricche regioni d'Italia, perchè oggi è proprio alle Regioni che si assegnano compiti sempre più gravosi ed è quidi proprio alle Regioni che si indirizzano somme ingenti di denaro, non soltanto da parte dello stato italiano ma anche dall'Unione Europea. Volendo risparmiare, si potrebbero eliminare le Province, ma non le Regioni. Nessuno ha mai proposto di eliminare nessuna Regione: perchè dunque voler continuare ad eliminare la Regione Romagna? Tutti gli Italiani son orgogliosi di appartenere alla propria Regione: forse che i Romagnoli si sono imbastarditi? forse che hanno dimenticato le loro gloriose prigini? forse che non gliene frega niente dei soprusi e dei sacrifici a cui furono sottoposti i loro padri? forse che vogliono rendere ancora omaggio a quei governi monarchici che li hanno smembrati e vilipesi? Come può un vero Romagnolo non desiderare l'autonomia della sua Terra? Conoscete un Toscano che non desideri l'autonomia della sua Toscana? o un Ligure, o un Piemontese o un Calabrese? W la Romagna! Sempre!

Data: 02/02/2008

io continuo a pensare che SE LA REGIONE EMILIA ROMAGNA e' conosciuta in tutto il mondo per le sue interminabili iniziative che tutti ci invidiano,credevo fosse il momento di UNIRE e non quello di DIVIDERE. comunque, se ci dovessimo staccare dall'emilia ,noi romagnoli saremo un pò piu poveri .come sicuramente anche gli EMILIANI CIAO ATUTTI WALTERINO CESENA

Data: 27/01/2008

Voglio ringraziare l'onorevole STEFANO SERVADEI ed i suoi collaboratori per la battaglia che stanno portando avanti da tempo per una ROMAGNA AUTONOMA . Forza RAGAZZI avete tutto il mio appoggio e di tutti quelli che la pensano come noi. PERLA VERDE

Data: 13/01/2008

Per insegnare all'italiano come si governa bene il Paese è necessario che la Romagna divenga regione autonoma salendo poi, coi suoi migliori rappresentanti, al governo nazionale. Io vengo da Zattaglia, frazione tra Brisighella e Casola Valsenio, e Vi assicuro che la nostra cultura, il nostro modo di concepire la res publica e l'iniziativa privata sono la soluzione ai problemi della nazione. Inoltre, avendo Noi romagnoli un grande senso estetico (Vengano le genti a visitare le colline), potremmo dare grande impulso al turismo del Mezzogiorno, attualmente in un mare di spazzatura. W la Romagna!

Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13
I miti più amati
A Cesena